mercoledì 15 aprile 2015

Parigi, la mia top 5

Parigi è stata una meta sognata per molto tempo: vista e studiata nei film (adorabile Midnight in Paris!), nei romanzi e nelle guide turistiche; presentata come una delle città più belle mondo dagli amici; sede di architetture fondamentali per la mia formazione a detta dei professori; tesoro inestimabile per i libri di storia dell'arte; capitale degli anni Venti nei cafè... Insomma, il risultato di tutta questa pubblicità è stata una idealizzazione che mi ha fatto apprezzare questa città meno di quello che avrei voluto! Le strade troppo larghe, gli artisti relegati ad un solo quartiere, i francesi e il francese, i monumenti troppo studiati per poter ancora stupire. 



Ci sono stati dei luoghi che però hanno catturato la mia attenzione e spesso erano proprio quelli per cui non si consumano svariate pagine di libri. Ecco allora la top 5 tratta dalla mia esperienza nella Ville Lumiere.

1. LA TORRE EIFFEL. 

Per questa meraviglia possono essere spese tutte le parole e le arti del mondo, ma non si può cogliere la sua potenza fino a quando non ci si trova davanti, o meglio dentro. Questa è stata una delle esperienze che ricordo con più felicità e nostalgia. 
Io ci sono salita di sera e questo non può che aumentare la magia: ogni ora nel periodo estivo la torre si riveste di migliaia di lucette intermittenti e dall'alto il panorama vale tutti i gradini fatti! Mentre salivo ogni particolare mi affascinava, dalle minuscole persone sotto di me ai bulloni, tutto era diventato improvvisamente interessante: mi sentivo come una bambina quando incontra la sua principessa preferita a Disneyland!

Indirizzo. Champ de Mars, 5 Avenue Anatole France.

Orari di apertura. Da metà giugno a settembre è visitabile dalle 9.00 a mezzanotte, altrimenti dalle 9.30 alle 23.00. Fate attenzione ai diversi orari di ultima entrata per le scale e l'ascensore, obbligatorio per il tratto finale. 

Prezzo. Per gli adulti: 5,00 euro fino al secondo piano usando le scale; 9,00 euro fino al secondo piano in ascensore; 15,50 euro per accedere a tutta la torre, in parte con scale in parte con ascensore (io ho scelto questo biglietto e consiglio vivamente di arrivare fino alla cima!). Per i bambini i prezzi sono scontati.

Ci sono anche due tipi di visite guidate, per scoprire spazi altrimenti non accessibili:
  • "A behind the scenes visit to the Eiffel Tower" vi porterà nella sala macchine degli ascensori, ad un bunker realizzato sotto Champ de Mars e al ristorante.
  • Nella "Show Visit - A backstage pass to the Eiffel Tower" sarete accompagnati da un attore che impersonerà diversi personaggi che nel tempo si sono innamorati della Torre Eiffel.



2. IL MUSEO DELLE FOGNE (Les ègouts de Paris).

Potrà sembrare strano, ma è proprio di fogne che sto parlando. Tralasciando l'interesse ingegneristico per la materia, questo museo è una chicca che non moltissimi conoscono, ma che vale sicuramente la pena visitare per trascorrere qualche ora in modo originale mentre si impara qualcosa e ci si stupisce di che cosa la gente faccia finire nelle fogne.

Indirizzo. Io fatto un pò di difficoltà a capire gli orari e a trovare l'ingresso. L'indirizzo è Pont de l'Alma, place de la Résistance, face au 93 quai d'Orsay.

Orari di apertura. I giorni di chiusura sono giovedì e venerdì. Dal 1 maggio al 30 settembre il museo è aperto dalle 11.00 alle 17.00.

Prezzi. Il biglietto interno costa 4,20 euro e il ridotto 3,40 (bambini da 6 a 16 anni). I bambini con meno di 6 anni accedono gratuitamente. 



3. GLI SPAZI APERTI.

Ho visitato Parigi nel periodo estivo e si alternavano un sole molto caldo e bianche nuvolette che portavano ombra e fresco, tanto da avere sempre nello zaino un maglioncino. Questo era proprio il clima perfetto per godersi un pò di riposo nei parchi della città, ai Jardin des Tuileries piuttosto che lungo la Senna. Davanti al Louvre ricordo una fontana e un vecchietto che vendeva barchette di legno e stoffa: mi sembrava di aver viaggiato non solo nello spazio, ma anche nel tempo. Per prendersi una pausa dalle camminate veloci da turista, consiglio invece le verdi sedie vicino all'Orangerie, dove ho ritrovato le forze per proseguire con il severo programma che avevo scritto. Se si vuole invece passare un pò di tempo in spensieratezza, giocando come bambini con le racchette, facendo un giretto con una bicicletta noleggiata o prendendo da bere in un chiosco, le rive della Senna sono imperdibili, c'è addirittura una piccola spiaggia!




4. IL MUSEO DELLA CACCIA E DELLA NATURA.

Altra attrazione sconosciuta, di quelle che si trovano per caso vagando nel quartiere medievale sopravvissuto alle follie di Haussmann. Il museo è sito in un palazzo storico e la collezione di animali imbalsamati o oggetti da caccia vanta oggetti risalenti al Cinquecento. I custodi sono probabilmente abbastanza annoiati dalla scarsa affluenza, ma non smettono di amare il loro lavoro e sono molto felici di raccontare ai visitatori tutto ciò che sanno sull'esposizione; peccato che parlino solo in francese! Noi non riuscivamo a scrollarci di dosso un omino che voleva farci fare le foto negli angoli che secondo lui erano i migliori per lo scopo. Le sue spiegazioni poi erano un pò incomprensibili ma era simpatico e gli abbiamo voluto bene! Io ho adorato il gigante orso bianco, ma abbiamo giocato con tutti gli animali presenti vergognandoci molto quando qualcuno ci vedeva. 

Indirizzo. Il Musée de la Chasse et de la Nature si trova nel 3° arondissiment, 62 Rue des Archives.

Orari di apertura. Il museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 11.00 alle 18.00.




5. PALAIS GARNIER.

Abituata alle recite nell'oratorio del paese, questo teatro mi ha particolarmente colpita per la sua opulenza, il controllo di ogni dettaglio e la vastità. A chi non piace sentirsi importante come una contessa attraversando lo scalone nell'atrio principale?

Indirizzo. Corner of Rues Scribe and Auber.

Orari di apertura. Il teatro è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 (ultima entrata alle 16.30). Da metà luglio a fine agosto la chiusura è prolungata alle 18.00 (ultima entrata alle 17.30). Nel sito sono specificate date di chiusure eccezionali o anticipate.

Prezzi. Il biglietto intero è di 10,00 euro e quello per studenti da 10 a 25 anni è di 6,00 euro.
  

10 commenti:

  1. Museo delle fogne ...che strano e particolare... e tu sei mooolto carina con quel vestitino :-) Ciauuu

    RispondiElimina
  2. Bello si quel museo.. un pò di puzza ma sicuramente qualcosa di diverso! grazie :)

    RispondiElimina
  3. Sono stata tante volte a Parigi ma questi musei non li ho mai visti!
    ;)
    www.theladycracy.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ho fatto un percorso un pò alternativo in effetti..! La prossima volta hai qualcosa di nuovo da fare :)

      Elimina
  4. Non sono mai stata a Parigi purtroppo, consigli utilissimi! Il museo delle fogne poi non l'avevo mai sentito :D
    Un abbraccio
    Diana
    The Spiral D
    Facebook page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Parigi bisogna andare almeno una volta! Io ci tornerei per godermela meglio e con più calma... Facci sapere se ti piace :)

      Elimina
  5. Bella bella guida! Vado a Parigi qualche volta all'anno da sempre, avendo la maggior parte della mia famiglia a Parigi e periferia, ma alla fine non ci faccio così tanto turismo. Prossima volta trascino zii e cugini per i monumenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Anche io ho parenti vicino a Parigi :)

      Elimina
  6. Il museo delle fogne?!? Ma sai che non lo avevo mai sentito!!! Grazie mille per avercelo segnalato, la prossima volta nella meravigliosa Parigi non me lo faccio scappare!;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É scritto tutto in francese ma, a parte quello, merita :)

      Elimina